Google ha pubblicamente dichiarato che a partire dal 2018 implementerà un filtro anti pubblicità in Chrome, e introdurrà Funding Choices, uno strumento che consente agli utenti che hanno installato un Ad Blocker di scegliere se attivare gli annunci o rimuovere tutte le inserzioni grazie a Google Contributor.

Anche Apple è indirizzata verso una strategia similare, ma al momento si parla dell’implementazione di un semplice trader blocker all’interno di Safari in grado di mettere in pausa i video in autoplay.

 

Perché un’azienda come Google dovrebbe introdurre un ad blocker massivo sul suo browser se i ricavi pubblicitari sono la fonte principale delle sue entrate?

Innanzitutto, il fatto che il browser di Google sia il più utilizzato al mondo (58,6%) spinge la Big Company a garantire un livello elevato di user experience e a tutelare quindi la fruibilità dei contenuti lato utente e, in secondo luogo, Google punta certamente ad acquisire una posizione maggiormente influente nel processo decisionale volto a stabilire i canoni che andrebbero rispettati per l’approvazione della pubblicità. La compagnia è infatti parte del consorzio “Coalition For Better Ads” assieme a Facebook, News Corp e Unilever, gruppo che ha l’obiettivo di dettare alle aziende delle linee guida da seguire nel processo di creazione degli annunci pubblicitari rivolti ai consumatori. Questi criteri prestano attenzione alla leggibilità dei contenuti e, quindi, all’impaginazione degli spazi pubblicitari, ai tempi di caricamento, al tempo di esposizione di un utente al messaggio pubblicitario e al posizionamento raggiunto in termini sia di placement che di target.

Nel momento in cui questi filtri considerano una pubblicità come “fastidiosa”, questa viene bloccata e non sarà resa visibile al target finale. Per questo motivo è necessario creare degli annunci performanti e in grado di rientrare nei canoni previsti dal consorzio, affidarsi quindi a degli esperti che realizzino una creatività capace di superare la selezione qualitativa che a breve i big player opereranno.