Torna alla Home Torna agli articoli post image

Il boom dell’e-commerce in Italia e nel mondo

In un mondo sempre più smart e veloce, anche le nostre abitudini d’acquisto stanno virando via via verso il digitale.

Se cent’anni fa era il profumo di un dolce appena sfornato ad attirarci in un negozio di pasticceria artigianale, oggi è la foto di un foodblogger condivisa su Instagram a portarci nel sito e-commerce di un brand di prodotti alimentari.

Fare acquisti online, infatti, è diventato sempre più di moda, dal momento che sempre di più sono le persone che prediligono lo shopping via internet a quello nei negozi fisici. Anche in Italia i numeri confermano questa tendenza. Secondo un rapporto dell’Osservatorio eCommerce B2C promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano, quest’anno il valore degli acquisti online nel nostro Paese ha superato i 27,4 miliardi di euro, registrando un incremento del 6% rispetto al 2017.

Dalle vacanze ai mobili per la casa, gli italiani in rete comprano un po’ di tutto. Con un valore vicino ai 10 miliardi di euro (in aumento del 6%), è il settore turistico ad affermarsi per ora in cima alla classifica, seguito dal mondo informatico ed elettronico, che ha raggiunto i 4,6 miliardi di euro (con una crescita del 18%). L’abbigliamento si colloca subito dopo, con un valore attorno ai 3 miliardi di euro e un aumento pari al 20%.

Non manca poi il settore arredamento e home living, che si sfiora quota 1,4 miliardi di euro, cui fa seguito il ramo Food & Grocery, che ha registrato un aumento del 34%.

Per avere un quadro completo della situazione, andiamo a vedere anche cosa succede al di fuori dei confini nazionali.
Nel mondo è la Cina ad avere il primato per volume di vendite online, con un aumento del 17% rispetto al 2017. Seguono poi Stati Uniti e Regno Unito.

Stando alle previsioni, il 2018 dovrebbe chiudersi con un valore mondiale di acquisti online superiore ai 2.500 miliardi di euro: un aumento del 20% rispetto al 2017!

A spingere i consumatori a concludere gli acquisti online sono sicuramente gli strumenti che la tecnologia mette a disposizione. Non solo PC, dunque, sebbene rimanga il mezzo preferito, ma anche tablet e smartphone.

Alla luce di questi dati, sembrerebbe quindi che all’e-commerce di domani spetti un futuro sempre più roseo.

 

Fonte: Il Messaggero

Contattaci