Back to Home Page Back to Blog post image

5 errori da non commettere nelle strategie SEO

Come verificare la validità delle campagne e delle strategie SEO per evitare gli errori che bloccano la crescita dei nostri progetti.

1.     Assenza di contenuti di qualità

Il primo e grave motivo che non fa funzionare la strategia SEO è l’assenza di contenuti originali e di qualità sul sito. Assicurarsi pertanto che il sito web pubblichi serve a offrire agli utenti delle pagine che meritano di essere visitate. Presentare invece contenuti non originali, testi copiati dai siti dei competitor, articoli pieni di errori grammaticali possono convincere il pubblico ad abbandonare il tuo sito web e penalizzarti nel posizionamento presso i motori di ricerca.

2.     Mancanza di keyword research efficaci

Come già ribadito, l'attività di selezione delle keyword non è soltanto cercare parole chiave con il volume maggiore, ma un complesso di valutazioni che prendono in considerazione fattori quali le reali esigenze del sito, i suoi utenti e il posizionamento rispetto ai competitor.

3.     Sito non mobile friendly e non responsive

Non aver ancora provveduto a ottimizzare il sito per i dispositivi mobile e non avere un sito mobile friendly né un design responsive che si adatta ai vari display è sicuramente un fattore che può penalizzare in partenza la campagna SEO, oltre che far perdere traffico organico in considerazione del Google mobile first index.

4.     Non essere attenti agli aggiornamenti dell’algoritmo di Google

Il primo errore in tal senso è non tenere il passo degli aggiornamenti di Google e del suo algoritmo, che generano modifiche in grado di influenzare anche in modo significativo i risultati di ricerca dei siti.

Solo nell’ultimo trimestre abbiamo avuto due broad core update, con i quali il motore di ricerca ha smosso un po’ le query alla luce di nuove (e sempre misteriose) riconsiderazioni circa i famosi 200 fattori di ranking.

Già nella fase di impostazione della strategia SEO bisogna essere flessibili e pronti a correggere il tiro al netto di eventuali novità da parte di Google, che è il punto di riferimento di questa attività.

5.     Attendere risultati troppo presto

Anche la pazienza è una dote fondamentale per chi cerca di ottenere il massimo dalle proprie campagne SEO: per iniziare a vedere degli effetti concreti e duraturi bisogna preventivare un tempo di attesa di almeno 3 mesi, anche se qualche segnale incoraggiante può comparire già prima.

La SEO è un’attività a medio-lungo termine, che necessita dei giusti tempi di pianificazione e di raccolta dei risultati: solo entrando in questa ottica si può evitare di cadere nella tentazione di ritenere fallita una campagna dopo solo poche settimane, o di cambiare continuamente aspetti tecnici al sito senza capire se le modifiche precedenti possano concretamente essere vincenti.

Desideri avere ulteriori informazioni? Vuoi approfondire le tecniche per ottimizzare la SEO del tuo sito? Contattaci!

Contact us